Il cosmonauta russo ha sospeso la passeggiata spaziale

cosmonauta russo passeggiata spaziale
https://pixabay.com/images/id-991/

II cosmonauta russo ha appena affrontato un raro problema con la tuta spaziale.
Come ha osservato Jackie Wattles della CNN, Oleg Artemye ha ricevuto l’ordine dal controllo della Missione Spaziale di tornare nell’ AIRLOCK per controllare la tuta.
(L’airlock è un modulo della Stazione Spaziale che permette agli astronauti di prepararsi e di trascorrere la notte prima di una passeggiata spaziale.)

Non era chiaro da subito il problema riscontrato nella tuta spaziale, i portavoce della NASA hanno riferito di aver notato una “leggera oscillazione” nella carica della batteria della tuta.
Artemyev è tornato sano e salvo, dopo aver collegato l’alimentazione la propria attrezzatura alla Stazione ha ripreso le operazioni previste dal Programma Spaziale

La NASA, commenta cosi l’accaduto.

Il portavoce della NASA in una dichiarazione su Space.com, ha affermato che Artemyev “non è mai stato in pericolo”.
Quando l’anomalia si è verificata, Artemyev e il suo collega russo Denis MAtveev stavano attrezzando il braccio robotico dell’ESA con con telecamere e altre attrezzature

Un flashback anche italiano

Può sembrare un incidente banale, ma non è l’unico.
Anche l’astronauta italiano Luca Palmitano ha incontrato due problemi con la tuta durante le passeggiate spaziali:

  • il primo non fu rilevato immediatamente, nel luglio del 2013, la tuta aveva una perdita
  • Il secondo episodio durante la seconda missione l’elmetto di Luca PAlmitano si è riempito di acqua,ostacolando la normale respirazione dell’astronauta italiano.

Grazie al suo self control Luca Palmitano ha risolto la missione senza conseguenze.Dopo questo accaduto la NASA ha sospeso tutte le Passeggiate spaziali non urgenti fino a quando non ha isolato la causa (un filtro intasato) e ha adottato misure preventive per scongiurare problemi futuri.

Il malfunzionamento della tuta dell’astronauta russo Oleg Artemye non dovrebbe comportare una soluzione come quella adottata in precedenza.
Tuttavia evidenzia i punti critici di una missione spaziale,durante una esplorazione anche esterna ai moduli una qualsiasi banalità diventa un serio pericolo e gli equipaggi non vogliono e devono correre rischi.

Leggi anche:

Uhura è tra le stelle

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.